Bella, buona e sana: così è la nuova colazione degli italiani

Cambiano i tempi, cambiano le mode: anche a tavola. Almeno per quanto riguarda la prima colazione degli italiani, che da tradizionale sta diventando sempre di più healthy. E non solo: diviene anche bella da vedere, oltre che sana da consumare, perché – specie per le nuove generazioni – deve essere fotogenica e instagrammabile. Per l’insieme di tutte queste ragioni, riporta Ansa, si sta assistendo a un vero e proprio boom degli yogurt e dei ‘latti’ alternativi, a base vegetale, vegani, light o iperproteici. Dopo la moda del latte di soia, il mondo yogurt-latte alternativi ai derivati a quelli vaccini si affolla. Su YouTube e sul web si trovano un’infinità di ricette arricchite di cereali, frutta fresca, frutta secca, per piatti che ricordano il pokè, ma tutto è coniugato con la prima colazione, magari vegana e sana.

I sostituti del latte piacciono sempre di più

Come evidenzia una ricerca di mercato globale di Euromonitor International, sono i sostituti del latte la categoria in più rapida crescita nel settore dei prodotti lattiero-caseari, con un valore di 10 miliardi di dollari a livello mondiale ed un aumento del 16% nel biennio 2020-2021. Secondo l’analisi, “le bevande alla soia stanno perdendo terreno a causa della scarsa percezione dell’ingrediente da parte dei consumatori, tuttavia altre bevande senza latte ma che gli somigliano come quello di mandorle, avena, noci di cocco e perfino piselli, hanno stimolato l’innovazione con il mercato”. Il fenomeno in Italia cresce addirittura del 50% e latti non a base di soia sono in aumento del 172% negli ultimi cinque anni.

“Il Covid-19, ha reso la dieta un punto focale per molte persone”

“I consumatori hanno sempre dato la priorità alla salute e al benessere nel settore lattiero-caseario ma la pandemia ha intensificato la sua attenzione nel 2020. Il rischio aggiuntivo rappresentato dall’obesità e da altre condizioni di salute con Covid-19, ha reso la dieta un punto focale per molte persone” commentano gli analisti Euromonitor che prevedono una ulteriore crescita del mercato e l’arrivo di ulteriori ingredienti come piselli, ceci e fave, ricchi di proteine, anche miscelati con avena o cocco. “Più avanti, ci si aspettano anche ‘latti’ alle lenticchie d’acqua o alle alghe e i prodotti lattiero-caseari coltivati, vegani, saranno la scelta più popolare delle colazioni tra 10 anni”, concludono gli autori del sondaggio. Tanto che nei nostri supermercati tali prodotti occupano sempre più spazio sugli scaffali, con latti di ogni tipo. 

This entry was posted in Blog.